Cento Note
Note per una Sinfonia
39 Nelson Mandela, i dieci insegnamenti sulla pace

JD03


Nelson Mandela, Premio Nobel per la Pace 1993, ha dedicato tutta la sua vita, fin da giovanissimo, a porre fine all’apartheid e a garantire che gli esseri umani avessero pari diritti al di là dalla loro nazionalità e del colore della pelle.

È stato un maestro di cambiamento, ha insegnato a tutti i popoli che una svolta è possibile, grazie alle azioni e alla perseveranza, alla capacità di negoziare con l’avversario e di comunicare al mondo i propri valori.

Non perdere mai la speranza. Non dovremmo mai perdere la speranza o rinunciare ai nostri sogni. Impariamo a definire quali sono gli obiettivi più importanti che vogliamo raggiungere e a fare di tutto per realizzarli, senza arrenderci. Mandela voleva porre fine all’apartheid. Sembrava un sogno impossibile, la sua strada era lastricata di difficoltà, ma non si è mai arreso. “La lotta è la mia vita. Continuerò a lottare per la libertà fino alla fine dei miei giorni

Cammina, respira, ridi. Mandela ha rischiato di essere condannato a morte. Nonostante le minacce ricevute e la sua vita difficile, non ha mai smesso di progettare un futuro migliore e ha cercato di mantenere sempre un approccio alla vita basato sulla tranquillità e sulla leggerezza, oltre che sull’importanza del sorriso, nonostante tutto. “Cammina sentendoti leggero, respira tranquillamente, ridi a crepapelle

Lascia andare il passato. Non dovremmo mai sentirci intrappolati nel nostro passato, ma vivere nel presente e guardare al futuro con tutto il nostro ottimismo. Possiamo diventare portatori di pace e di riconciliazione, anziché di negatività, chiusura e amarezza. “Non dobbiamo essere vittime del nostro passato, lasciamo andare la nostra amarezza. Tutti noi possiamo raggiungere grandi traguardi

Lotta alle discriminazioni. Mandela ha dedicato la sua vita alla lotta contro le discriminazioni e contro il razzismo. La società di oggi sta vivendo una situazione di discriminazione e di oppressione. Possiamo contribuire a migliorarla a partire dal nostro atteggiamento verso gli altri. “Detesto il razzismo, perché lo considero come una cosa barbara, sia che provenga da un uomo di colore, sia che provenga da un uomo bianco

Lotta per i diritti umani. Possiamo imparare a rafforzare i legami con gli altri, soprattutto con chi ha una cultura e un colore della pelle diverso dal nostro. Mandela ha lottato per tutta la vita per la parità dei diritti e per dire no ala violenza, sia da parte dei bianchi che da parte dei neri. Cerchiamo di portare avanti i suoi insegnamenti. “Sogno un’Africa che sia in pace con se stessa

Gentilezza e solidarietà. Proviamo a portare nel mondo un pizzico di gentilezza e di solidarietà in più verso gli altri. La nostra società appare sempre più ricca di divisioni, che portano a scontri e guerre. Gentilezza e solidarietà possono davvero cambiare il mondo. “Credo che essere gentili e premurosi sia la vera base di un cambiamento reale

Bontà e perdono. Nelson Mandela mentre si trovava in prigione ha deciso di imparare l’Afrikaans, la lingua dei suoi oppressori. Questo fu il primo passo verso il perdono. Il perdono sincero può aiutarci a fare in modo che le emozioni negative che proviamo nei confronti degli altri non rovinino la nostra vita. “Ci sono due strade per raggiungere l’obiettivo di un Sudafrica migliore: la bontà e il perdono

Fiducia e azione. Cerchiamo di avere sempre fiducia nelle nostre capacità. Se abbiamo un sogno, impegniamoci fino in fondo per realizzarlo. Nulla è davvero impossibile e noi possiamo essere i primi a raggiungere quel traguardo. “Sembra sempre impossibile, fino a quando qualcuno non lo realizza

La violenza non è la risposta. Secondo Mandela, la negoziazione e la riconciliazione rappresentavano armi molto efficaci e potenti che non dovevano essere dimenticate. I suoi difficili tentativi di negoziazione, durante la sua lunga lotta, sono stati premiati con il Premio Nobel per la Pace nel 1993. “Non possiamo vincere la guerra, ma possiamo vincere le elezioni

L’importanza della trattativa. Secondo Mandela le trattative rappresentavano strumenti fondamentali per avere a che fare con gli avversari. Da questo punto di vista mise a disposizione molti consigli. Dal confronto entrambe le parti hanno da guadagnare e insieme si può sempre trovare una soluzione. “Non compromettere i tuoi principi, ma non umiliare i tuoi avversari. Nessuno è più pericoloso di chi viene umiliato

Nelson Mandela Tribute (Playlist dedicata)

Questo lo puoi leggere anche su Facebook
(Clicca sulla foto a colori)

Settembre 2017 © Maris Davis